201709 gif ftit

Nel 15 ° secolo, il principe Enrico il Navigatore ordinò ai suoi esploratori di portare in Portogallo tutti i frutti dalle nuove terre , ma i portoghesi che colonizzarono il Brasile iniziarono un interessante interscambio di coltivazioni che ha caratterizzato la cucina delle odierne Nazioni.
Così in Europa arrivarono pomodori e patate, gli ananas brasiliani furono reintrodotti e coltivati nelle Azzorre, mentre il peperoncino dell’Angola e il caffè africano furono trapiantati in Brasile che oggi produce circa la metà della fornitura mondiale di caffè.

Oggi, naturalmente, la cucina portoghese varia da regione a regione, ma il pesce fresco e i frutti di mare si trovano praticamente in ogni menu. Il piatto nazionale è “bacalhau”, di cui i portoghesi sono ossessionati
vedi articolo di FoodTravel  sul bachalau.
Molto apprezzate sono anche le sardine: cotte alla griglia sono popolari nelle città costiere, spesso utilzzate con un mix di altri tipi di pesce in uno stufato chiamato “Caldeirada.”

Soprattutto durante la festa di Sant Antonio (metà giugno) Lisbona diventa pazza per le sardine. Nell’Alfama, antico quartiere della città, c’è una barbecue ad ogni angolo.
Le sardine alla griglia sono comunemente servite con una fetta di pane. Si inizia con il mangiare le sardine prima e quando si è finito, si passa a mangiare il pane; questo infatti avrà assorbito l’olio e il gusto salato dal pesce, diventando buonissimo!

Suggerimento: Le sardine possono essere portate a casa con voi! Le sardine in scatola sono disponibili in tutte le forme come  in vivaci lattine d’epoca, un modo perfetto per portarsi un pezzo di Lisbona.

Un altro piatto nazionale, ma a base di carne, è “cozido à Portuguesa“, una stufato di verdure con vari tipi di carne, preferibilmente di maiale, cucinata e servita in una varietà di modi.
Il maialino arrosto ( “Leitão assado“) è popolare nel nord del paese, così come lo sono le salsicce di maiale chiamato “chouriço” o “Linguiça.”

La colazione  tradizionalmente si compone  di solo caffè (ottimo) e un panino, ma il pranzo spesso dura fino a due ore. E ‘servito da mezzogiorno alle ore 2 o 1:00-03:00 e la cena viene generalmente servita in ritardo, dopo le 8.
Di solito ci sono tre portate, tra cui spesso la zuppa. La zuppa più comune è  il “Caldo Verde”, con patate, cavoli tagliuzzati, e pezzi di salsiccia Il Caldo Verde nasce come zuppa povera, nella provincia di Minho, a nord del Portogallo. (vedi ricetta).

Da provare in qualsiasi taverna le lumache: chiamate Escargot a Parigi o Montreal si tratta di un antipasto raffinato, di solito composto da sei a otto conchiglie. In Portogallo, le lumache sono uno snack da bar,come le noccoioline o le patatine,  da mangiare con uno stuzzicadenti o succhiarle fuori dal guscio semplicemente aspirandole. Per i Portoghesi le lumache sono perfette da sgranocchiare durante una partita di calcio o per accompagnare una birra.  Per gustarle cercare i cartelli che proclamano, Ha Caracóis: “Abbiamo le lumache!”

I dolci più tipici sono al gusto di cannella budino di riso, flan, crema pasticcera e caramello, ma spesso includono anche formaggi. Le varietà più comuni sono fatte di pecora o di latte di capra, e il più popolare è il  “queijo da serra” dalla regione di Serra da Estrela.

Molti dolci eccellenti del paese sono stati creati dalle suore nel 18 ° secolo, che li vendevano come mezzo per integrare i loro redditi. Molte delle loro creazioni hanno nomi interessanti come “Barriga de Freira” (pancia della suora), “papos de anjo” (casse di angelo), e “toucinho do Céu” (pancetta dal cielo).
Particolarmente deliziosa è “pastel de nata”, una piccola torta di crema pasticcera cosparsa di cannella.

Pastel_de_nata

Pastel de Nata Di Claude Truong-Ngoc / Wikimedia Commons – cc-by-sa-3.0, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=43147541

Segnaliamo infine la bevanda preferita di molti Portoghesi: la  Ginjinha o semplicemente Ginja.
La Ginja è una tipica bevanda  fatta infondendo bacche ginja (un amarena) in alcool. E ‘servita in un piccolo bicchiere con una ciliegia.

Dove mangiare a Lisbona

Il posto più famoso per assaggiare le Pastel de Nata  è la è Antiga Confeitaria de Belém, la pasticceria più famosa in Portogallo e frequentata da turisti e gente del posto,  che produce le pasteis de Belém.
Sicuramente questo locale è molto turistico ma riesce a  mantenere la sua autenticità:84 Rua de Belém, pasteisdebelem.pt

A Lisbona nel maggio 2014 ha aperto la nuova food court: il  Mercado da Ribeira  ed è già uno dei più popolari luoghi di ritrovo foodie della città. Il Mercado è stato istituito per ringiovanire la zona del mercato vecchio (parte del vecchio mercato è ancora lì) ed è stato un successo immediato. I lmercato è composto da circa 35 piccoli chioschi semi-permanenti – tutti con lo stesso colore:in bianco e nero. I chioschi offrono una vasta gamma di specialità regionali (formaggio, prosciutto, sardine, pizza, hamburger, vino, cioccolato, frutti di mare …etc).
Basta ordinare, prendere il cibo e mangiarlo su una delle panche di legno nel centro del mercato.
Mercado da Ribeira, Avenida 24 de Julho – Cais do Sodré, Lisbona

Per il baccalà ecco 5 locali selezionati:

Laurentina, O Rei do Bacalhau
Av. Conde Valbom, 71A, Lisbona

Taberna da Rua das Flores
R. das Flores, 103, Lisbona

Café Lisboa
Largo de São Carlos, 23, Lisbona

Zé da Mouraria
R. João Outeiro, 24, Lisbona

 Sacramento do Chiado
Calçada do Sacramento, 40 – 46, Lisbona

Per le sardine, buone dovunque,  il miglior posto per mangiarle alla griglia a Lisbona è Casa do Peixe, un modesto ristorante al secondo piano del mercato alimentare Saldanha. Questo ristorante risale alla prima parte del 20 ° secolo, quando un cuoco dalla Galizia si tarsferìa Lisbona.Il ristorante è diventato rapidamente una destinazione per gli amanti del cibo. Mercado 31 de Janeiro, Rua Engenheiro Vieira da Silva, 135, Saldanha, Lisbona

Per la carne, specialmente il maialino arrosto, da provare il ristorante  Sacramento do Chiado
Calçada Sacramento 44 1200-394 Lisboa, Portugal

Ricette di baccalà
Si dice che in Portogallo ci sia una ricetta per ogni giorno dell’anno per cucinare il baccalà questo sito non ne ha 365 ma ne ha tante http://www.viladesagres.eu/le_ricette.html, Qui si possono poi trovare molti consigli utili per un viaggio in Portogallo.

Foto di copertina:Monsatero di Los Geronimos a Lisbona nel quartiere di Belem 

Articoli correlati

201709 gif ftit