Bologna: tra cultura e gastronomia

È forse la città che rappresenta maggiormente quella che è la cultura in Italia, soprattutto quella accademica: Bologna è “la Dotta”, la città che più di tutte vive un fermento continuo, la città dalla quale molto spesso nel secolo scorso sono partiti alcuni degli eventi più importanti della nazione.

La città della Cultura e quando si parla di Cultura non si può escludere in alcun modo quella culinaria. Bologna è uno dei posti più famosi in tutta Italia per la buona cucina e sono davvero tantissimi i posti in cui è possibile mangiare un piatto della gastronomia tipica della Regione.

Qualche informazione su Bologna

Bologna è una delle città dalla tradizione più antica di tutta Italia: è infatti una città universitaria antichissima, potendo vantare quella che è l’ateneo più antico del mondo. Ancora oggi infatti la città ospita migliaia di studenti prevenienti da tutto il mondo.

La storia di Bologna è millenaria, a partire da insediamenti di Etruschi e Celti nel I millennio a.C., fino a diventare nell’Ottocento, uno de centri più importanti dai quali è partito il Risorgimento. Anche la conformazione della città è unica, con i suoi portici e le sue torri all’interno di uno dei centri storici più estesi di Italia, e soprattutto, meglio conservati.

Proprio per questo motivo il capoluogo emiliano offre moltissime strutture per accogliere i turisti: è possibile trovare molti hotel a Bologna su siti come Expedia.it, alberghi molto attrezzati ed in pieno Centro Storico. Proprio per la sua tradizione culinaria, molti visitatori decidono di visitare la città, proprio per non perdere nulla di alcuni dei piatti più buoni di Italia.

Cosa mangiare a Bologna

Sono moltissimi i piatti della tradizione bolognese, molti dei quali sono ormai parte importante della gastronomia del Bel Paese. Basti pensare ai classici tortellini, solitamente serviti in brodo, ottimi soprattutto in Inverno, quando in città arriva il grande freddo. Una vera prelibatezza, grazie soprattutto al loro ripieno, che però varia a seconda delle versioni: prosciutto, parmigiano, mortadella e uova).

Altra prelibatezza è la lasagna alla bolognese, con le sfoglie di pasta condita dalla classica salsa al ragù bolognese, besciamella e parmigiano reggiano cotte al forno. Si tratto di un piatto ricco e gustoso, che chi visita Bologna deve per forza provare. Allo stesso tempo si devono provare i passatelli, tra i piatti più caratteristici del capoluogo emiliano, anche se probabilmente tra i meno conosciuti: si tratta di un impasto a forma di vermicelli di uova, parmigiano, pan grattato, sale, pepe e noce moscata.

Per i secondi non si può perdere tutta una serie di bolliti, preparati secondo i dettami della tradizione bolognese. Da non dimenticare i salumi: non potete dire di aver visitato Bologna senza aver provato la sua mortadella.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to Top